sabato 15 marzo 2014

Il treno e la galleria: una torta metaforica - Cake train and tunnel

Oggi vi parlerò di una torta metaforica. Cosa può venir fuori da una semplice torta sacher e una ciambella di pan di spagna farcita con sciroppo di fragole? Vi assicuro, anche quello che non avreste immaginato prima, per esempio un treno che esce da una galleria!...ma non solo...


...perché dietro un treno di cioccolato e una "montagna" di panna e fragole, oltre a tanta dolcezza, io ho trovato una metafora, e, il pensiero del mio amico Daniele la esprime benissimo:


" il treno è davvero simbolo perfetto e il ferro modellismo è forse piu significativo dei bonsai perché davvero spesso i treni sono metafora amplissima di queste esistenze".

Daniele è un appassionato di treni e modellismo e la sua passione ha contagiato anche Emanuele e Riccardo, i suoi bambini, che qualche giorno fa hanno festeggiato insieme il loro compleanno!
Con molto piacere ho voluto preparare io la loro torta e dopo averla finita ho avuto proprio la sensazione di aver preparato una "torta formato famiglia", perché oltre il riferimento alla passione per i treni, comprendeva anche quella per la montagna e la neve condivisa da tutti, anche dalla mia amica Gloria!


Mi ha fatto molto piacere che tutti abbiano apprezzato la mia idea e che i bambini abbiano perfino esclamato:" Ma perché non si muove?" :-)


Prepararla non è stato facile...anzi un procedimento abbastanza lungo, sperimentato pezzo per pezzo!Le fasi più complicate? Far star su il treno e la galleria (a rischio crollo) grazie a delle cannucce e soprattutto...il trasporto, quanto è temuto!!!!
Per fortuna non ci sono stati crolli e siamo riusciti a scattare qualche foto prima che Carlo "rubasse" gli smarties dai vagoni e i vari pezzi di cioccolato dalla locomotiva...





Uno dei miei trucchetti? Tenere il pan di spagna, raffreddato e farcito, in frigo dal giorno prima, così sarà più facile  "compattarlo", tagliarlo e decorarlo

Per fare la galleria ho preparato una ciambella perchè, tagliandola poi a metà ho ottenuto il "passaggio" da cui far uscire il vagone...Per preparare il pan di spagna ho usato:
6 uova
180 gr di zucchero 
200 gr di farina

Per la farcitura di fragole ho fatto cuocere a fuoco basso 400 gr di fragole con 100 gr di zucchero , il succo di mezzo limone, 4 cucchiai d'acqua. Dopo 5 minuti ho lasciato raffreddare e dopo fatto riposare in frigo per almeno due ore prima di farcire la torta.



Mentre Gloria e Daniele mangiavano la torta, riempendomi di complimenti e ringraziamenti, ho confidato loro che dietro tutto quel cioccolato, biscotti, caramelle, panna, fragole...c'era un significato più profondo, oltre il mio affetto per loro.
Preparare questa torta mi ha suggerito infatti questa riflessione: la vita è proprio come un treno, c'è chi sale e chi scende e quanti incontri si fanno, quanti viaggi! Chissà quanti ne faranno Emanuele e Riccardo, e quante gallerie, anche un pò buie, forse dovranno attraversare! Ma sono sicura che nel corso dei loro viaggi, salite e discese, fermate, gallerie e montagne, spesso insormontabili...l'amore dei loro genitori non li lascerà mai soli e questa fortuna è sicuramente da festeggiare...anche con una torta!

Marta


6 commenti:

  1. Ma che bella torta! Bravissima!
    Poi il soggetto..il treno è un mezzo che mi affascina da sempre.
    Chissà come si sono divertiti i bambini..ed anche i grandi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna! Sì, è stata una bella festa!
      Baci, Marta

      Elimina
  2. Bellissima!! Immagino l'entusiasmo dei bimbi!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tanto! Grazie di cuore, un bacione!

      Elimina
  3. Ciao bella, grazie a Kreattiva ho scoperto il tuo bellissimo blog e lavoro, sono la tua nuovissima follower. Ti aspetto, a presto. http://redecoratelg.blogspot.com.es/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Dolores, benvenuta! Grazie, Marta

      Elimina

Grazie del tuo commento!
Marta